Teatro degli Animosi, Carrara (MS)

Con i Tour Virtuali si è "Vicini anche se lontani".

Teatro degli Animosi, Carrara (MS)

Qualche informazione utile…

Il Teatro Animosi è il principale teatro della città di Carrara, spesso citato come Gli Animosi. Situato nel quartiere di “For’d’Porta” (letteralmente “fuori dalla porta” per la immediata vicinanza con l’antica porta a mare), si affaccia sulla pedonale Piazza Cesare Battisti. L’attuale stagione teatrale è composta da prosa, musica lirica, balletto, concerti di musica classica e di musica leggera. I locali del ridotto ospitano conferenze, convegni, presentazioni, concerti e mostre.

Storia

Il teatro fu fondato grazie all’impegno di un gruppo di cittadini, esponenti della nobiltà e dell’alta borghesia, riunitisi in una “Accademia del Teatro” nel 1836; la città era sprovvista di un vero e proprio teatro, visto che la struttura precedente, già esistente nel Palazzo Ducale di Carrara, era stata demolita per esigenze legate all’insediamento della Accademia di belle arti. Le spese per l’edificazione del nuovo edificio furono sostenute dai soci accademici i quali erogarono ingenti somme di denaro, a titolo di sottoscrizione o per la diretta proprietà dei palchi.

Il progetto venne affidato al celebre architetto neoclassico lucchese Giuseppe Pardini. L’edificio fu inaugurato il 26 dicembre 1840 senza l’auspicato intervento del duca Francesco IV di Modena al quale era stato fatto omaggio del palco centrale. Lo spettacolo inaugurale (prosa) fu La donna ambiziosa di Alberto Nota. La prima opera lirica venne rappresentata nel 1842 con una messa in scena di Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti. Nel 1864 all’interno del Teatro si approntarono alcune sale ad uso di Casino Civico, l’attuale ridotto, con stanze da gioco, da biliardo e di lettura. In seguito i locali del Casino Civico vennero dotati di un ingresso indipendente (1882) e quindi completati da un ampio scalone di accesso in marmo disegnato dall’architetto Enrico Bonanni (1912).

Con l’apertura del nuovo e più capiente Politema Giuseppe Verdi, nel 1892, il Teatro degli Animosi perse la sua centralità. Nel 1906 venne quindi convertito ad un uso più moderno con l’insediamento al suo interno del Cinematografo Paris, poi Cinematografo Carrarese. Nel secondo dopoguerra, pur restando prevalente l’attività cinematografica, gli Animosi ospitarono anche incontri di pugilato (dal 1961). Il 1964 è l’anno in cui il Teatro diventa di proprietà del Comune di Carrara, ed inaugura un nuovo corso con l’apertura del concorso di cinematografia 8 e 16mm. Città di Carrara (1967). Nel 1968 al suo interno si svolse un celebre Congresso mondiale degli Anarchici. Dal 1969 ripresero le attività concertistiche e gli spettacoli di prosa con Mistero buffo di Dario Fo e Franca Rame.

Restauro

Chiuso per un lungo intervento di restauro, dal 1986 il teatro ha definitivamente abbandonato le manifestazioni cinematografiche ed ha ospitato con regolarità una Stagione teatrale con prosa, musica e balletto. Nel 2006 un ampio intervento di riqualificazione urbanistica ha interessato la zona, e la piazza antistante al teatro è stata ripavimentata secondo un progetto ideato da Angelo Mangiarotti.

Fonte Wikipedia

 

    wpChatIcon